Sei un runner.
Sei un triatleta.
Corri.
La domanda è “sto correndo bene? Sto correndo giusto? Perché non riesco ad andare più forte?”

L’uomo è nato per correre, (poi con il tempo è rimasto seduto, ma questa è un’altra storia) e ci sono molti fattori che influenzano la performance di corsa.

Immaginiamo il nostro corpo come una macchina, ci sono il motore composto da cuore e polmoni e la carrozzeria, gambe, braccia con articolazioni connesse, e poi tutto questo è scaricato a terra con le gomme che in F1 sono cosi fondamentali da essere cambiate anche 2/3 volte in una gara, e nel nostro caso possiamo paragonare ai piedi.

Oggi ci concentriamo su questi e su quanto sono importanti per la reattività che devono avere. Il principio base è che il tempo di contatto con il suolo sia minimo e poter dare più spinta verso l’avanti. Gli esercizi che consiglio sono da effettuarsi dopo un riscaldamento di almeno 3 km.

1) Prendi uno step al massimo di 20 cm (va benissimo un gradino) e di fai dei salti con un solo piede e con tutti e due per 3 serie da 30 salti ciascuno. Recupera 30″ tra le serie facendo stretching per i polpacci

2) Alterna skip alto e corsa calciata dietro per 5 volte x 30″

3) “Cammina sul filo” ovvero metti un piede davanti all’altro “rullando” i piedi, ovvero partendo dal tallone e porta il peso fino ad alzare la punta, poi metti l’altro, fallo x 10 metri avanti e indietro x 3 volte

4) Salta la corda per 3 serie da 1′

5) Al termine fai ancora dei lavori veloci tipo 6 x 300 m con 1′ rececupero cercando di sentire l’avampiede che spinge verso l’avanti

Fai attenzione a non saltare verso l’alto… Cerca sempre di mantenere il busto leggermente inclinato in avanti e le spalle rilassate con le mani che quasi si sfiorano le anche
Mani troppo in alto o eccessivamente in basso fanno lavorare male il nostro busto con conseguente mal di schiena

Inserisci questo protocollo di allenamento non come sostituto di una seduta ma come un sua integrazione.

Alla prossima con un po’ di tecnica di nuoto.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*